Come rimuovere il vinile

Il processo di applicazione del vinile è semplice se fatto da mani esperte. In questa fase si pone la massima attenzione su quale taglierino, su quale pellicola o su quale transfer utilizzare. Ma nell’intero processo si deve porre la medesima attenzione anche quando si deve togliere l’ormai vecchia grafica realizzata col vinile.

Infatti, prima o poi si avrà la necessità di rimuovere la vecchia pellicola prima di poter applicare la nuova grafica. Il costo di tale operazione dipenderà molto dall’approccio e dalle diverse variabili legate al materiale esistente e alla superficie wrappata (un’auto, una parete o una vetrina, ad esempio).

In questo articolo vi illustreremo quali strumenti e quali tecniche sono ideali per rimuovere da soli la vecchia grafica in vinile.

Raschietto e pulizia

Il metodo più ovvio per rimuovere la grafica in vinile è ovviamente staccarlo dalla superficie esistente.

Chiaramente, è più facile a dirsi che a farsi, quindi ci sono strumenti appositamente ideati per aiutarti in questo processo. I più comuni e convenienti sono i raschietti in plastica.

Questi sono sottili strumenti ad uso manuale, realizzati in plastica, progettati per scivolare sotto il bordo del vinile e raschiarlo via dalla superficie senza danneggiare il substrato. Se riesci a sollevare i bordi con un raschietto o una spatola di plastica, potresti essere in grado successivamente di togliere il resto a mano. Questo dipenderà dal tempo di vita e dal tipo di vinile utilizzato.

Se applicato da poco tempo o più flessibile, maggiori saranno le possibilità di rimuoverlo facilmente e in grandi sezioni o intere lettere. Se vecchio invece, è molto probabile che sia fragile e si stacchi in tanti piccoli pezzi.

Infatti, l’esposizione diretta ai raggi UV ad esempio, “cuoce” tutti i plastificanti della pellicola.

In questo caso, se il vinile è vecchio e fragile, il nostro consiglio è di utilizzare una pistola termica per riscaldare la superficie della pellicola. Ciò contribuirà ad ammorbidire l’adesivo sottostante e a ridurre la quantità di lavoro necessario per toglierlo dal supporto.

Rimozione dei residui

Sia che il tuo vinile si stacchi interamente o si rompa in piccoli pezzi, quasi sicuramente avrai dei residui di adesivo sulla superficie. Scriviamo “quasi sicuramente” perché in realtà ci sono in commercio tipologie di vinile che garantiscono una rimozione pulita e senza residui a distanza di due o tre anni dall’applicazione.

Quindi possiamo affermare che sicuramente il primo passo verso una facile rimozione è scegliere il giusto vinile prima dell’installazione.

Ma in caso contrario, come possiamo liberarci dai residui dopo che la pellicola è stata rimossa? Ci sono diversi prodotti che possono fare al caso nostro ma il più utilizzato è lo spray rimuovi colla (adhesive remover) che, attaccando i legami chimici dell’adesivo, permette di rimuovere i residui facilmente dal supporto.

Le fasi della rimozione del vinile

Per una rimozione fai-da-te del vinile possiamo riassumere il tutto in tre semplici fasi. Teniamo a sottolineare però che su superfici particolarmente delicate o costose (ad esempio le auto), è sempre meglio rivolgersi a un professionista.

Fase 1: pulizia

Per rimuovere una pellicola in vinile, la prima cosa è avere libero accesso all’area di lavoro.

Nel caso ad esempio di una parete o di un mobile (cucina, bagno o sala), rimuovi con cura tutti gli elementi che possono ostacolare la rimozione.

Fase 2: rimozione

Individua una sezione della superficie in cui ritieni che ci sia poca colla sotto. Ciò ti farà iniziare il lavoro di rimozione più facilmente, senza eccessiva resistenza da parte della pellicola. Con l’aiuto di una spatola o di un raschietto, inizia a rimuovere il vinile. Nel caso fai fatica a toglierlo in maniera continua, taglia con un taglierino una buona parte di quanto già staccato.

Solleva l’adesivo delicatamente. Nei punti in cui incontri la resistenza della colla, usa il raschietto per liberare l’adesivo dal substrato. Nei punti in cui la colla è particolarmente tenace, usa una pistola termica o un phon per ammorbidire l’adesivo.

Fase 3: pulizia dalla colla

Se rimuovi il vinile ma la colla rimane depositata sulla superficie dell’oggetto, prova a pulire prima con acqua calda e sapone bagnando generosamente la zona e lasciando agire il tutto. Dopo qualche minuto, la colla si sarà ammorbidita e sarà più facile da rimuovere.

In alternativa puoi usare uno dei tanti prodotti in commercio, come il già citato adhesive remover.

Concludendo, la rimozione di un vecchio vinile è un processo abbastanza semplice da fare: occorre solo metodo e pazienza e, naturalmente, partire da una pellicola di qualità che nel tempo ha comunque svolto egregiamente il suo compito.

Written by blusign

Luglio 26, 2022

Written by blusign

Luglio 26, 2022